X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

Cotto!

… un sentimento strano in pancia, i sentimenti che vanno per conto loro e una valanga di emozioni che ci investe. E questo solo perché abbiamo incontrato una persona che ha sfiorato il nostro cuore!

Cosa succede quando ci innamoriamo?

Per i vecchi romani la colpa era di cupido, il dio dell’amore che in alcuni racconti appare come un ragazzo dispettoso che colpisce indiscriminatamente uomini e dei con le sue frecce, facendoli innamorare perdutamente.
Oggi la scienza cerca di capire come funzionano i processi che portano all’innamoramento. Non si tratta di una cosa semplice e possiamo anticipare che l’amore non è ne razionale ne segue la logica.

È assodato che tutto inizia con gli occhi. Con un breve contatto visivo si può esprime interesse e affinità. Benché il contatto sia breve, perché venire fissati a lungo può essere fastidioso ed essere interpretato come un atteggiamento minaccioso.
Che il primo contatto visivo avvenga davanti alla scuola, a una festa o alla fermata dell’autobus non importa. La prima impressione è quella che conta, e si tratta di un attimo che dura pochi secondi. Oltre all’aspetto conta anche molto la postura. Le braccia incrociate e lo sguardo a terra ad esempio indicano chiusura mentre una posizione rilassata e uno sguardo diretto possono essere un segno di apertura.

Un altro fattore importante è la preferenza per un determinato tipo di uomo o donna. La maggior parte delle persone inconsapevolmente sviluppa una preferenza per un determinato tipo di persona. Se ad un ragazzo piacciono di più le ragazze bionde dai capelli lunghi (potrebbero essere anche le more dai capelli corti) è probabile che colleghi delle aspettative positive con quel tipo di donna. Ma anche dei particolari in apparenza banali influenzano le nostre preferenze. Se ad esempio una ragazza vede che un ragazzo porta un tipo di pantalone che a lei piace, gli darà un punto in più.

L'aspetto, la gestualità e l’abbigliamento bastano per innamorarsi?

Basteranno per una scintilla che fa accelerare il cuore. Se il sentimento però potrà durare più a lungo si decide con la prima comunicazione verbale.
Se l’attrazione rimane anche quando le persone si parlano, i sentimenti si trasformano in desiderio e la freccia di cupido trapassa il cuore. Si desidera intensamente la persona di cui ci si è invaghiti e inizia una sorta di idealizzazione che ha poco a che fare con la realtà. Non a caso si dice che l’amore è cieco. Lo stato d’estasi nel quale si viene catapultati fa perdere temporaneamente il contatto con la realtà. Ma il risveglio arriva per tutti e dopo un paio di mesi ci si chiede come mai non ci si è accorti prima della incompatibilità di carattere, di vedute e tante altre cose ancora?
Forse perché all’inizio di una relazione ascoltarsi non è così importante o perché l’attrazione fisica è stata sopravvalutata. Comunque sia, essere belli dentro è altrettanto importante.
O forse è addirittura più importante?!
Purtroppo i valori che ci rendono belli dentro come l’intelligenza, la pazienza, i valori, la vitalità e la creatività sono ben nascosti come lo sono appunto tutti i tesori.
E prima di scoprirli ci vuole tempo, tempo che non è mai sprecato.