X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

Ogni mese da capo … il ciclo mestruale (1/2)

Con un po' di timore la maggior parte delle ragazze aspetta il menarca, termine tecnico che indica la prima mestruazione.

Alcune attendono questo evento con impazienza, perché il menarca non è solo un segnale biologico che indica la fertilità di una donna, ma è anche segno che pian piano si cresce, ci si fa donna e si appartiene alle ragazze più mature.

Se la prima mestruazione tarda ad arrivare alcune ragazze si spazientiscono e si chiedono: “ Com'è possibile che a tutte le mie amiche sia già venuta e da me non succede nulla?! È normale?”. La risposta è si. Lo sviluppo procede a velocità diverse e nessuno può predire quando arriverà il menarca.

La natura ha previsto che sia normale avere la prima mestruazione tra i 10 ed i 16 anni ed esistono pure delle eccezioni al di fuori di questo arco di tempo. Il menarca si annuncia dalla comparsa
dei primi peli sul pube e sulle ascelle, cominciano a crescere i capezzoli e il seno, e ci può essere una crescita improvvisa in altezza.

Cosa succede quando finalmente è arrivata la prima mestruazione?

A partire dal menarca l'evento delle mestruazioni si ripeterà ciclicamente. Per questo motivo si parla appunto di ciclo mestruale che descrive l'arco di tempo che intercorre dal primo giorno della mestruazione fino al primo giorno della mestruazione successiva. Il ciclo può durare da 25 a 35 giorni, dipende dalla biologia della ragazza o donna e dipende anche da circostanze esterne. Se una ragazza ad esempio vive dei periodi di stress, la durata del ciclo può variare. Mediamente comunque il ciclo è di 28 giorni. La mestruazione invece ha una durata che va dai tre agli otto giorni e la quantità di mucosa e sangue che viene perso, corrisponde a circa mezza tazza.

Il ciclo mestruale viene regolato dagli ormoni, i quali fanno si che nelle ovaie maturi un ovulo. Al tempo stesso la mucosa dell'utero si prepara ad accogliere un ovulo, inspessendosi, aumentando la circolazione sanguigna e diventando più soffice. Usando una metafora si può dire che l'utero ogni mese prepara una sorta di nido nel quale può essere accolto un ovulo fecondato.

Una volta che l'ovulo è maturo avviene l'ovulazione e l'ovulo si dirige verso l'utero attraversando le tube di Falloppio. Durante questo tragitto, che dura al massimo 24 ore, l'ovulo può essere fecondato da uno spermatozoo. Se avviene una fecondazione l' ovulo si innesta nell'utero e inizia a svilupparsi un embrione. Se invece l'ovulo non viene fecondato, questo si perde e al tempo stesso le mucose che si erano preparate ad accoglierlo si sfaldano e vengono espulse.

“Arriva il marchese”

Per indicare le mestruazioni ci sono tanti modi di descrivere l'evento, c'è chi parla di ciclo intendendo la mestruazione, chi parla di marchese, di mestruo ecc. eccetera.

La mestruazione ha comunque anche dei lati poco piacevoli. I dolori connessi ad esempio possono essere proprio noiosi. Per saperne di più, tra una settimana dai un'occhiata alla seconda parte dell'articolo.