X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

Domande riguardo il tema
sessualità - orientamento sessuale

Quando un uomo scopre di essere attratto sia dalle donne che dagli uomini, innanzitutto sarà confuso e a dir poco sorpreso dai propri sentimenti. Nella nostra società la norma per lo più viene dettata dall'eterosessualità. L'omosessualità e ancora di più la bisessualità sono dei fenomeni che vengono considerati solo marginalmente, come delle eccezioni di cui si parla eventualmente per fare salire l'audience di qualche show televisivo. È inutile negare che ci sono ancora parecchi pregiudizi. Quindi è comprensibile che risulta difficile accettare questo tipo di sentimenti e che sia ancora più difficile parlarne e viverli apertamente.
Essere bisessuale non è anormale, non è una malattia o una perversione, non è un bene e non è un male è un sentimento, punto e basta.

Alfred Kinsey nella sua opera più nota, “Il comportamento sessuale nel maschio umano”, scrive:
« Il mondo non è diviso in pecore e capre. Non tutte le cose sono bianche o nere. È fondamentale nella tassonomia che la natura raramente ha a che fare con categorie discrete. Soltanto la mente umana inventa categorie e cerca di forzare i fatti in gabbie distinte. Il mondo vivente è un continuum in ogni suo aspetto. Prima apprenderemo questo a proposito del comportamento sessuale umano, prima arriveremo a una profonda comprensione delle realtà del sesso ».

Come è evidente il nucleo centrale del pensiero di Kinsey sta nella parola chiave continuum. Ovvero la sessualità umana non è una variabile discreta che può assumere solo i valori eterosessuale-omosessuale. Tenendo ferme queste premesse Kinsey ritenne comunque utile proporre una scala:

0 Esclusivamente eterosessuali. 
1 Prevalentemente eterosessuali, ma in alcune circostanze con tendenze omosessuali.
2 Prevalentemente eterosessuali, ma con una forte componente omosessuale.
3 Le tendenze eterosessuali e omosessuali si equivalgono (bisessualità). 
4  Prevalentemente omosessuali, ma con una forte componente eterosessuale. 
5 Prevalentemente omosessuali, ma in alcune circostanze con tendenze eterosessuali.
6 Esclusivamente omosessuali. 

Quando si parla di orientamento sessuale non va dimenticato il fattore temporale. Quindi ci possono essere delle fasi durante le quali una persona (uomo o donna) si sente attratta più dalle donne e altre fasi durante le quali l'attenzione è rivolta verso il sesso maschile.

L'importante è che tu, come ogni altra persona, prenda sul serio i tuoi sentimenti in modo da potere vivere bene e serenamente la tua sessualità, tenendo fermo il presupposto che ci sia il rispetto per il o la tua compagna e non ci si faccia del male a vicenda.